Sharing Economy

La sharing economy è un’economia “generata dall’allocazione ottimizzata e condivisa delle risorse di spazio, tempo, beni e servizi tramite piattaforme digitali” i cui gestori “agiscono da abilitatori mettendo in contatto gli utenti e possono offrire servizi di valore aggiunto”; inoltre “tra gestori e utenti non sussiste alcun rapporto di lavoro subordinato”.
Sono tre i soggetti coinvolti: i prestatori – condividono beni, risorse, tempo e/o competenze -, gli utenti e gli intermediari.
Le transazioni dell’economia collaborativa generalmente non comportano un trasferimento di proprietà e possono essere effettuate senza o con scopo di lucro.
L’Italia è il primo paese europeo ad aver presentato una proposta di legge sulla sharing economy. L’esigenza di regolamentare questa nuova forma di economia, nasce dall’opportunità di salvaguardare, per esempio, i commensali rispetto alle normative sull’igiene e sulla sicurezza alimentare. E’ infatti all’esame del Senato il Disegno di legge sulla ristorazione in abitazione privata, già approvato dalla Camera, a seguito dell’aumento del numero di ristoranti casalinghi.
Oggi è possibile condividere la propria abitazione o sola una parte di essa! Sul portale Airbnb è possibile pubblicare, scoprire e prenotare alloggi in tutto il mondo.
Sono sempre più numerose le persone che decidono di utilizzare la propria casa per organizzare pranzi e cene, trasformando la propria cucina in “home restaurant”, oppure per condividere uno spazio lavorativo secondo il modello coworking.
Se hai deciso anche tu di dedicare parte della tua casa alla ristorazione o alla pernottamento, ricorda di rendere gli ambienti adeguati… il nostro progettista ha diverse proposte di arredo da mostrarti, devi solo contattarci!