Restyling in stile vintage

Gli interventi di ristrutturazione degli appartamenti sono una tendenza molto diffusa, per la trasformazione dello stile e il recupero di ambienti abitativi.
Il recupero del passato e la definizione dello stile passano attraverso la cura del dettaglio basata sulla scelta dei singoli pezzi: l’oggetto d’uso quotidiano e il complemento d’epoca prezioso, la sedia di recupero e la lampada fai-da-te sono le diverse facce di uno stile eclettico e originale che offre infiniti spunti da copiare.
A definire l’impronta, un’accurata scelta di materiali, arredi e finiture. I mobili, rivisitati da nuove finiture, si ispirano alle atmosfere nordiche e provenzali. Letti in ferro battuto, armadi tinteggiati con colori pastello all’acqua danno un aspetto fiabesco, in armonia con lo stile vintage.
Il restyling di appartamenti degli anni ’20 offre l’opportunità di recuperare volumi di ambienti come il sottotetto… spazi non molto ampi, che se ben sfruttati con la ristrutturazione, si sviluppano su due piani, con un evidente ampliamento della metratura dell’abitazione.
Il restyling va pari passo con la riqualificazione energetica. Le agevolazioni fiscali, rivolte a chi decide di adattare la propria abitazione alle normative in vigore, danno un contributo notevole alla diffusione dell’attuale tendenza, ed è per questo che possiamo vedere pallazzine al centro di grandi città, come Roma, Milano e Napoli, rinnovate e ristrutturate privilegiando arredi vintage e linee morbide.