Ecopelle da Vinaccioli

Si chiama Wineleather ed è la prima pelle vegetale 100% Made in Italy, ottenuta dalla vinaccia. Vegea è la società che nel gennaio 2016 ha raccolto sotto un unico marchio le idee del fondatore, l’architetto Gianpiero Tessitore e di alcuni Centri di Ricerca specializzati che, con l’intento di analizzare le caratteristiche fisiche e meccaniche di diverse fibre vegetali, e la loro capacità di essere trasformate in materiali ecologici, hanno realizzato VegeaLeather, la prima pelle vegetale ottenuta da un residuo di produzione del vino. Wineleather ha le caratteristiche meccaniche, estetiche e sensoriali di una pelle, spiega Tessitore. Ho unito due grandi eccellenze italiane: Fashion e Wine, a breve realizzeremo veri e propri capi, selezioni di pelle, da grandi produzioni vitivinicole, ha dichiarato Gianpiero alla cerimonia di premiazione della H&M Foundation, che ha premiato la sua pelle con il Global Change Award. Ogni anno, dalla produzione di 26 miliardi di litri di vino si possono ricavare quasi 7 milioni di tonnellate di vinaccia. Si possono così produrre tre miliardi di metri quadri di Wineleather
Immaginiamo quali utilizzi potrà avere nel mondo dell’arredamento… ai rivestimenti per divani, le sedute per poltrone, le testiere per letti… tanto per citarne qualcuno!
Il vantaggio della medesima esperienza sensoriale e la consapevolezza di contribuire alla salvaguardia dell’ambiente in cui viviamo